Ministro Poletti, ma in che paese vive? (10-01-2017)

By | gennaio 10, 2017

Ministro Poletti, ma in che paese vive? (10-01-2017)

Il Ministro Poletti, anche oggi ha commesso un altro scivolone, quando ci ha raccontato la favola di un ministro che vive nel Paese delle meraviglie. La realtà è ben altra.

L’Istat ci ha appena detto che la disoccupazione è arrivata all’11,9% e se consideriamo anche gli inattivi arriviamo al 20%, la disoccupazione giovanile è aumentata di due punti percentuali solo nell’ultimo mese, toccando il 39,4%.

Oggi le persone non cercano nemmeno più lavoro per stress e frustrazione. Il mondo del lavoro è più instabile e precario che mai.

Con il Jobs Act i voucher sono esplosi. Nel 2016, sono stati venduti più di 145 milioni, un aumento di circa il 30% rispetto al 2015 e di circa il 70% rispetto al 2014. Ma i giovani non lasciano il nostro Paese solo per questo. I giovani se ne vanno dall’Italia per fuggire da una politica che ha più interesse per banche e lobby, che per giovani e giovanissimi, perché il 28,7% degli italiani è a rischio povertà, perché l’Italia, insieme alla Grecia, è l’unico Paese a non aver ancora introdotto una misura di sostegno al reddito come il reddito di cittadinanza che propone il Movimento 5 Stelle ormai da anni e che è ferma in Commissione Lavoro al Senato da ormai 2 anni.

Perché il 47,3% delle persone dichiarano di non poter permettersi una settimana di vacanza lontano da casa, il 17% di non poter riscaldare adeguatamente la propria abitazione, il 11,8% di non riuscire a fare un pranzo adeguato e il 15% di avere avuto arretrati per mutuo, affitto o bollette.

Perché chiudono 390 imprese al giorno e perché circa 11 milioni di persone non riescono nemmeno ad accedere alle cure. Questo governo ha portato avanti politiche che non hanno tradito solo le attese dei giovani e dei loro genitori, ma anche i principi della nostra carta costituzionale.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+’://platform.twitter.com/widgets.js’;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document, ‘script’, ‘twitter-wjs’);
Source: Movimento5stelle – parlamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *