Lavoro: Simonetti, jobs act deleterio. No all’uso distorto voucher

By | gennaio 11, 2017

Lavoro: Simonetti, jobs act deleterio. No all’uso distorto voucher

Roma, 11 gen. – “Basta con la precarizzazione dei giovani attraverso l’uso indiscriminato dei voucher. La sentenza della Corte Costituzionale riporta il tema alla giusta centralità politica come da noi sempre evidenziato. Lo strumento del voucher era infatti stato introdotto dall’allora Ministro Maroni con la riforma Biagi per regolarizzare e al contempo flessibilizzare i rapporti di lavoro di natura occasionale. Ed è proprio questo lo spirito che noi vogliamo ripristinare. Ok quindi all’uso dei voucher per lavori di piccolo giardinaggio, di raccolta durante la vendemmia, di assistenza domiciliare ad anziani e disabili. No ad uno uso distorto. Le modifiche del Jobc act di Renzi hanno infatti drogato l’occupazione, rendendola più precaria, legalizzando, di fatto, lo sfruttamento di tanti giovani. Altro che ripresa del mercato del lavoro. I voucher sono diventati uno strumento distorto per eludere un rapporto di lavoro dipendente, come accade, ad esempio, nei centri commerciali. Prova ne è che nel 2008 erano stati utilizzati 500 mila voucher e nel 2016, 140 milioni. Per questo abbiamo presentato una proposta di legge che riporti l’uso dei voucher al loro spirito iniziale, per il solo lavoro occasionale e non come sostitutivi di un contratto vero e proprio”. 
 
Così Roberto Simonetti, capogruppo della Lega Nord in Commissione Lavoro

Source: Lega Nord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *