Puglisi: Centri antiviolenza siano di qualità, evitare business

By | luglio 11, 2017

Puglisi: Centri antiviolenza siano di qualità, evitare business

“Bisogna creare un sistema di indicatori in grado di monitorare la qualità dei centri antiviolenza.  I fondi stanziati dal governo devono andare a chi davvero fa del contrasto alla violenza la principale attività, altrimenti in alcune Regioni si rischia di alimentare un business del tutto improprio”.
Lo ha detto la senatrice Pd Francesca Puglisi, presidente della commissione contro il femminicidio, al termine del l’audizione della dottoressa Anna Pramstrahler, fondatrice della casa delle donne di Bologna.

Altro tema all’ordine del giorno dell’audidizione gli affidamenti condivisi dei figli alle coppie in cui la donna ha subito violenza da parte del partner.
“È una stortura da correggere- spiega Puglisi- il marito non può essere condannato dalla giustizia penale e poi avere l’affido condiviso dalla giustizia civile. I figli devono essere affidati alla madre, o nel caso la madre non possa esercitare la tutela, ad altri. L’uomo che sconta pene per reati che riguardano la violenza, non può essere in nessun caso coaffidatario dei figli”.

Puglisi: Centri antiviolenza siano di qualità, evitare business su Senatori PD.

Source: Senatori PD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *