Perché ho scelto di non votare Musumeci e di abbandonare i pregiudizi sul MoVimento 5 Stelle

By | ottobre 8, 2017

Perché ho scelto di non votare Musumeci e di abbandonare i pregiudizi sul MoVimento 5 Stelle

cancemicrof.jpg

di Giuseppe Librizzi – da un commento sulla pagina Facebook di Giancarlo Cancelleri

Ero fermamente convinto di votare Musumeci, ne apprezzavo e ne apprezzo la serietà e la capacità. Ma dopo i famosi inconvenienti delle alleanze scomode mi sono disgustato. I miei amici sostenitori continuano a ripetere come lui che non può far nulla in casa di altri.
Vero, ma allearsi è un obbligo? Ma non è una offesa alle intelligenze umane dire che dopo le elezioni li allontanerà? La politica è lo specchio di certa società e come il locale di Messina si è riempito di sostenitori di Genovese junior così lo stesso Genovese probabilmente prenderà moltissimi voti che andranno a Musumeci come lui vuole. E nella formazione dell’ipotetico nuovo governo di questo non si terrà conto? E come si sostiene il nuovo governo allora?

Di contro ero fortemente critico coi Cinque Stelle, sentendo radio tv giornali eccetera mi ero fatta l’idea di una Raggi inutile, di un Di Maio ignorante e arrogante, ecc ecc.

Niente di più falso, ho sentito in diretta la Raggi, l’altra volta ho visto quando il giornalista Floris volendola mettere in imbarazzo sul caso Atac a Roma è rimasto malissimo quando le risposte di lei hanno provocato grandi applausi nel pubblico. Ho trovato il tempo di vedere su Internet e Facebook i video in cui Di Maio, Toninelli e ora lo stesso Cancelleri, che ho conosciuto personalmente restando spiazzato dinnanzi al confronto con i miei pregiudizi, hanno brillantemente esposto le loro idee dimostrando completamente il contrario di quello che vanno dicendo tv giornali e avversari politici. Finirà che destra e sinistra si alleeranno per andare contro il Movimento ma, se non subito anche se lo spero, è inevitabile che questo schifo di sistema debba essere spazzato.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Source: Beppegrillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *