Chiti: Rischio derive estremistiche e autoritarie

By | dicembre 19, 2017

Chiti: Rischio derive estremistiche e autoritarie

“La democrazia non è un approdo irreversibile, il destino scontato del progresso, l’esito del benessere economico. È una conquista che va continuamente rinsaldata, rinnovata, confermata”. Lo scrive il senatore del Pd Vannino Chiti nel suo nuovo libro ‘La democrazia nel futuro. Le nuove sfide globali, il «caso Italia» e il ruolo del centrosinistra’ (Edizioni Guerini) in uscita il prossimo 10 gennaio. Il volume verrà presentato al Senato, alla Sala degli Atti parlamentari, Biblioteca “Giovanni Spadolini” giovedì 21 dicembre alle ore 15.30.
Aprirà l’evento il saluto del presidente del Senato Pietro Grasso. Discuteranno dei temi del libro, insieme all’autore: Emma Bonino, Antonio Bassolino, Andrea Orlando, David Sassoli. Modererà il dibattito Dino Martirano.
Vannino Chiti richiama l’attenzione sul “rischio di derive estremiste e autoritarie in tutta Europa” e invita ad imboccare la strada di quello che definisce un “nuovo umanesimo fondato sulla dignità di ogni persona, sull’ecologia, sulla non violenza”. Il tema centrale del libro è l’idea che il nostro tempo richieda democrazie federali sovranazionali. Gli Stati nazionali non si dissolvono o diventano irrilevanti. Devono saper cambiare e rinnovarsi.
La democrazia italiana in questo percorso di trasformazione è rimasta indietro. “Nella costituzione materiale che opprime e snatura la Carta fondamentale degli italiani” osserva Chiti, “leggo un pericolo che espone il nostro Paese, più degli altri, agli attacchi di un populismo reazionario e pseudo sovranista”.
Un posto di rilievo nel libro è riservato al percorso dell’ultimo tentativo di riforma costituzionale: “Questa parte del libro è una specie di diario. Sono vicende che mi hanno coinvolto in prima persona. Mi è parso giusto, per rispetto di chi leggerà il libro, cercare di fissare come in una fotografia tanti di quei passaggi, così come si sono svolti”.

Chiti: Rischio derive estremistiche e autoritarie su Senatori PD.

Source: Senatori PD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *